Osteopata Firenze


347/2820295
Via Masaccio, 235 Firenze
347/2820295 Via Masaccio, 235 Firenze

flamingo-310950_1280Spesso quando un paziente si rivolge a me per mal di schiena,  riporta nei suoi racconti di avere “una gamba più lunga dell’altra”. Alcune  volte lo segnala come cosa passeggera, altre volte invece con la faccia di chi è destinato a soffrire tutta la vita per questo problema.

Con questo articolo intendo sfatare un falso mito su questo argomento, e spiegare come può succedere che si cada in questo fraintendimento. 

Una gamba più lunga o più corta “reale” è possibile per difetti di sviluppo nella pancia della mamma (ma sono percentuali minime), per brutte fratture che hanno modificato l’osso, per esiti di protesi o interventi, e grave artrosi. 

Quando ho fatto l’università c’erano diversi modi per misurare col metro da sarta la lunghezza di una gamba, ma viene da sé che spostando di poco il metro più giù o più sù, sia facile raccontarsi che la gamba è più lunga di mezzo centimetro o altro. Quando infatti il medico sospetta una situazione simile, solo la lastra su carta millimetrata può togliere ogni dubbio, ma, come già detto, è una condizione abbastanza inusuale. 

Continua a leggere

epicondilite-osteopatiaL’epicondilite è una condizione di infiammazione di muscoli e tendini dell’avambraccio che può avere diverse origini, ma che bisogna curare appena compare, senza trascurarla, per evitare che diventi cronica. 

Epicondilite: qual è la causa?

I muscoli che si infiammano in un’epicondilite sono i muscoli che nascono dal gomito, scendono lungo l’avambraccio, e arrivano al polso ed alla mano. Questo è il motivo per cui spesso questo fastidio può comparire dopo un’attività manuale importante. I casi più frequenti sono per esempio il giardinaggio saltuario (si fanno sforzi a cui non si è abituati) oppure attività lavorative che possono predisporre, come idraulico, meccanico, o muratore. Il dolore si presenterà a sollevare oggetti, o stringere forte la mano, nei casi più gravi può comparire dolore anche muovendo la spalla. 

Continua a leggere