Osteopata Firenze


347/2820295
Via Masaccio, 235 Firenze
347/2820295 Via Masaccio, 235 Firenze
Osteopata-mal-di-schiena

mal-di-schiena-osteopatiaTra i molti rimedi che si possono trovare per il problema del mal di schiena, l’osteopatia è sicuramente uno dei più efficaci.
Infatti, l’osteopata p
er un problema come il mal di schiena, può essere davvero d’aiuto per ridurre il dolore già dopo la prima seduta. 

L’osteopatia è una medicina manuale complementare alla medicina tradizionale, questo significa che collaborando possono raggiungere grandi risultati, e la soluzione del mal di schiena è un classico esempio di ciò.
Ci sono casi in cui il trattamento deve essere più medico-farmacologico che manuale, ma altri in cui, se il farmaco non riesce a risolvere il problema, l’osteopatia può ottenere davvero grandi risultati! 

Continua a leggere

Quando il dolore alla schiena si presenta nella regione centrale, tra le scapole e la zona lombare, allora la colpa potrebbe essere del diaframma.
Il muscolo diaframma è l’attore principale della respirazione, si attiva per cui migliaia di volte al giorno, e le sue tensioni possono essere fonte di dolore. 

Continua a leggere

flamingo-310950_1280Spesso quando un paziente si rivolge a me per mal di schiena,  riporta nei suoi racconti di avere “una gamba più lunga dell’altra”. Alcune  volte lo segnala come cosa passeggera, altre volte invece con la faccia di chi è destinato a soffrire tutta la vita per questo problema.

Con questo articolo intendo sfatare un falso mito su questo argomento, e spiegare come può succedere che si cada in questo fraintendimento. 

Una gamba più lunga o più corta “reale” è possibile per difetti di sviluppo nella pancia della mamma (ma sono percentuali minime), per brutte fratture che hanno modificato l’osso, per esiti di protesi o interventi, e grave artrosi. 

Quando ho fatto l’università c’erano diversi modi per misurare col metro da sarta la lunghezza di una gamba, ma viene da sé che spostando di poco il metro più giù o più sù, sia facile raccontarsi che la gamba è più lunga di mezzo centimetro o altro. Quando infatti il medico sospetta una situazione simile, solo la lastra su carta millimetrata può togliere ogni dubbio, ma, come già detto, è una condizione abbastanza inusuale. 

Continua a leggere

osteopatia-gravidanzaMolte donne sottovalutano, perchè non adeguatamente informate, le conseguenze posturali che può avere la cicatrice del taglio cesareo.
Ovviamente, quando ci si trova di fronte ad un parto cesareo, specie se non programmato, la primarietà è la salute della mamma e del bambino: non intendo quindi criticare questa scelta operativa, la cui decisione spetta a professionisti competenti.

Dopo che sono però passati i periodi più difficili, dopo che si è superato un momento comunque delicato come quello del parto, è giusto anche occuparsi delle conseguenze che ci possono essere, specie per la salute della mamma. 

Continua a leggere

mal-di-schiena-ufficioPronti, partenza, via! Se tra i buoni propositi dell’inizio delle attività di Settembre c’è anche quello di non soffrire più di mal di schiena in ufficio, questo articolo fa al caso tuo!

Stare seduti tante ore di fila, che sia in auto, che sia in ufficio, o in biblioteca a studiare, è deleterio per la schiena, ma anche per tutto il tuo corpo.

“stare seduti è il nuovo fumare”.

Una ricerca pubblicata nel 2017 ha monitorato 8.000 lavoratori, constatando che il gruppo di lavoratori con abitudini più sedentari, aveva un maggior rischio di morte improvvisa nel tempo.

La cosa sembra grave, in realtà lo è, però il fatto che non sia un rischio imminente (per fortuna) può portarti a sottovalutare il rischio (proprio come per il fumo), anche se questa abitudine è associata a tanti altri piccoli disturbi fastidiosi, come il mal di schiena, la rigidità alle gambe, disturbi intestinali o dolore alla cervicale.

Continua a leggere

mal-di-schienaOgni mal di schiena è diverso

Nel mio ambulatorio di osteopatia a Firenze ho avuto occasione di vedere davvero tante persone che lamentano mal di schiena.
Come ogni prima visita che si rispetti, occorre fare molte domande al paziente per riuscire a capire e decifrare la natura del dolore, e a volte la soluzione si nasconde nei dettagli.

Questo genere di approccio mi ha consentito di toccare con mano una grande verità: i mal di schiena non sono tutti uguali.
Solitamente i pazienti tendono giustamente a distinguere i vari mal di schiena in base alla regione colpita: 

mal-di-schiena“A me fa male la parte bassa”
“No, a me fa male la parte alta”

Ma questi due mal di schiena, diversi come regione, non per forza devono essere diversi anche come causa..

“A me fa male al mattino, appena mi sveglio”
“Anche a me!”

Ecco che iniziano a delinearsi dei dettagli interessanti, ma cerchiamo di capire meglio a cosa mi riferisco.

Continua a leggere

mal-di-schienaIn questi giorni di festa, da metà Dicembre ad ora, ho ricevuto parecchie chiamate da parte di pazienti che erano rimasti bloccati con la schiena..Ho subito pensato, “curioso, proprio sotto Natale?”
Poi, andando a valutare i singoli casi, l’intuizione ha lasciato spazio alla conferma: persone e storie diverse, casi diversi, ma quasi tutte con un minimo comune denominatore: un affaticamento della sfera viscerale.

Per dirla in parole povere, stomaco, fegato, intestino, reni, erano, chi più, chi meno, affaticati dalle abbuffate natalizie.

Ma cosa c’entra questo con il mal di schiena? In fondo tutti quelli che conosco si sono abbuffati a Natale…

Si, è vero, però è lo stesso principio per cui, salendo su un autobus in cui c’è una persona col raffreddore, non tutti scendono alla fermata ammalati. Conta molto il livello di salute iniziale, e altri fattori che magari possono aver predisposto già la schiena a lavorare male.

Una schiena che già adoperava delle posture scorrette, ha trovato nelle abbuffate natalizie un semplice fattore scatenante per iniziare a lamentare dolore, fino al bloccarsi con un semplice, banale, movimento.

Ma come possono gli organi interni far venire mal di schiena, o addirittura bloccarla?

Continua a leggere

 

lombalgiaIl mal di schiena è una condizione comune tra le persone: alcune lo associano spontaneamente ad un movimento od uno sforzo, altri invece, non trovando una spiegazione apparentemente valida, si chiedono, e spesso mi chiedono:

DA COSA DIPENDE IL MIO MAL DI SCHIENA?

I motivi per il quale si presenta un mal di schiena sono moltissimi, alcuni evidenti, magari collegati ad un trauma od un movimento errato, altri più subdoli, apparentemente inspiegabili, e sono anche i più difficili da risolvere. 
Si possono applicare cerotti medicati, si possono prendere antinfiammatori vari, il dolore può andare meglio per un po’, ma poi ritorna a infastidire le azioni di tutti i giorni senza pietà.
Un possibile attore protagonista del vostro mal di schiena potrebbe essere il diaframma:

COS’E’ IL DIAFRAMMA? E COME FUNZIONA?

Il diaframma è un muscolo: il suo compito è quello di eseguire la respirazione anche quando non ci facciamo caso, attivandosi autonomamente. Lo conoscono bene i cantanti, chi si occupa di danza, o anche di alcuni sport, perchè lavorando sul diaframma si può migliorare la performance.

Continua a leggere

esercizi-mal-di-schiena

Il mal di schiena è un problema che affligge tante persone e si sta diffondendo sempre di più, complice anche uno stile di vita a volte un po’ troppo sedentario.

A causa del dolore molti cercano un rimedio che sia efficace e rapido al tempo stesso, rischiando però a volte a cadere in trappole architettate su misura.
Per il mal di schiena non esistono purtroppo rimedi miracolosi come quelli in TV dove torni a ballare dopo una semplice compressa, ma sicuramente, se la schiena è il vostro punto debole potete sfruttare questi semplici esercizi (alla portata di tutti) che si possono fare sia per prevenire, che per migliorare una situazione di malessere.

Come dico sempre, la soluzione per il mal di schiena è una visita dall’osteopata che aiuti a capire la causa del problema, tuttavia, un po’ di esercizi non fanno mai male!

Esercizi mal di schiena; come gestire il dolore e prevenirlo

Sono sempre di più gli studi scientifici che stanno dimostrando l’efficacia di semplici esercizi per prevenire o gestire un “semplice” mal di schiena: certe situazioni partono come banali e si possono gestire facilmente, ma queste stesse situazioni, se trascurate, possono arrivare a necessitare di costose e impegnative terapie: la prevenzione è fondamentale!
Il termine “mal di schiena” vuol dire un sacco di cose: può significare semplice rigidità, e allora questi esercizi sono un ottimo rimedio, oppure può significare qualcosa di più complesso, che a volte necessita anche della supervisione del medico!

Continua a leggere